Il Barolo 1943 e la lampada di Aladino

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 Il vino è il prodotto che più assomiglia all’uomo, per unicità, identità e capacità di evolversi (o involversi).

Sul tavolo una bottiglia di Barolo riserva 1943.

1943….. quasi settant’anni fa, durante l’anno peggiore della Guerra che flagellava il mondo.

Chissà con  quale spirito si vendemmiò,  il Male  aleggiava su tutto il resto….

Ecco, aprire quella bottiglia sarebbe stato come aprire il vaso di Pandora, con la speranza nascosta sul fondo e il marcio che ne sarebbe uscito?

Macchè.

E’ stato come strofinare la lampada di Aladino.

Nel bicchiere si è materalizzato un concentrato di colori, profumi, sentori, sensazioni incredibili.

Il nebbiolo invecchiato  è famoso per il suo “sentore di armadio”, note di chiuso, canfora, ricordi  che si percepiscono quando si spalancano le ante del mobile antico della casa avita.

Qui l’armadio si apriva su prati, bosco, cielo, lampone fresco, sbuffi balsamici, effluvi di terra e di animali, tocchi leggeri in sequenza come una sinfonia con i suoi movimenti,  un viaggio in tanti luoghi nello stesso momento.

Non so neppure se definirlo vino. Anzi sì, ne è archetipo e punto di arrivo allo stesso modo, la chiusura di un percorso apparentemente circolare solo se lo si guarda in due dimensioni.

Sentori indefinibili ma che sono dentro di noi, fanno parte delle nostre radici ed escono dalla terra e vanno verso il mondo, per conoscerlo e viverlo.

Invecchiare bene significa evolversi, raccontare e trasmettere ciò che si ha dentro e si è accumulato nel corso degli anni.

L’opera di chi in un periodo senza speranza ha puntato sul lavoro guardando lontano, probabilmente senza sapere cosa sarebbe accaduto, ma ha lasciato un messaggio nella bottiglia ancora oggi pienamente leggibile, un’eredità per il futuro. C’e lavoro e amore dentro quella bottiglia.

Questa è la storia che il Borgogno Riserva 1943 ha saputo raccontare, a chi ha voglia e attenzione di ascoltare. 

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!